Cosa è la SIDS?

La Morte Improvvisa del Lattante - Sudden Infant Death Syndrome (SIDS), comunemente conosciuta anche come “morte in culla”, è stata classificata come malattia a sé stante nel 1969.
SIDS è il nome dato alla morte improvvisa e inaspettata di un lattante, fino a quel momento sano, che si verifica prevalentemente durante il sonno e che rimane inspiegata anche dopo l’esecuzione di un’indagine completa comprendente l’autopsia, l’esame delle circostanze del decesso e la revisione della storia clinica del caso.

riga

Brochure Stella in Cielo

Brochure SIDS/ALTE

Quali sono le cause?

Proprio per definizione, le cause della SIDS non sono state ancora del tutto chiarite.
I tentativi di spiegare adeguatamente la morte improvvisa e inaspettata di questi bambini sono risultati difficili fin dall’inizio.
Un tempo, se un bambino moriva improvvisamente e inaspettatamente mentre dormiva nel lettone con adulti, si pensava che ciò potesse essere dovuto al rotolamento sul bambino durante il sonno.
In seguito si ritenne che questi lattanti potessero essere vittime di un soffocamento da rigurgito o che la morte fosse dovuta a una qualche negligenza da parte dei genitori.
Ora sappiamo che nessuna di queste spiegazioni era giusta, in quanto essi erano vittime di quella che è oggi conosciuta come SIDS.
I numerosi studi che vengono condotti a livello internazionale fanno pensare che più fattori possano determinare questo tragico evento e, tra questi, viene chiamato in causa un complesso difetto del controllo automatico del respiro durante il sonno.
Sfortunatamente questa alterazione molto insidiosa e al contempo transitoria, perché limitata solo ai primi mesi di vita, non è attualmente evidenziabile con test di screening applicabili su larga scala.
Qualunque ne sia la causa, nessuno è colpevole, perché la SIDS non è dovuta a negligenza. Può verificarsi in bambini quasi sempre robusti e sani, accuditi con la massima cura dai genitori più affettuosi. Può accadere che il bambino prima del decesso non si sia nutrito bene o che abbia presentato disturbi addominali o un po’ di raffreddore, ma tutte queste piccole affezioni, molto comuni nell’infanzia, non preannunciano un rischio effettivo di SIDS.
L’incidenza della SIDS, nei paesi industrializzati, è inferiore ad un caso ogni 1000 nati vivi.
Nonostante la sua relativa rarità rappresenta tuttora la prima causa di morte tra il primo mese ed il primo anno di vita; si verifica principalmente tra il secondo ed il quarto mese e, dei bambini che muoiono, circa il 60% sono di sesso maschile.
Nella nostra realtà nazionale non abbiamo a disposizione dati attendibili sulla reale incidenza della sindrome, poiché l’autopsia non viene sempre eseguita ed inoltre le diagnosi sono spesso di comodo.
Una corretta classificazione è tuttavia importante non solo ai fini della ricerca scientifica e della valutazione epidemiologica, ma anche perché consente la precoce presa in carico delle famiglie colpite.